Questo itinerario è uno dei modi più piacevoli per visitare Ferrara, La città delle biciclette.

Pertanto in sella ad una comoda “biga”, come sono chiamate le due ruote da noi ferraresi, si possono ammirare le zone verdi della città.

“Città delle biciclette” per antonomasia, (Alzi la mano chi non ha mai sentito tale appellativo accostato alla città estense!). Ferrara è indissolubilmente legata alla cultura delle due ruote, una città dove i ciclisti regnano padroni delle strade.

 

Circa 10 km di Mura abbracciano il centro storico di Ferrara e possono essere percorsi sul terrapieno oppure nel vallo, in basso.

Baluardi, torrioni, cannoniere, porte e passaggi si succedono a testimonianza delle diverse tecniche difensive elaborate nel corso dei secoli.

Immerse nel verde di alberi e prati, le Mura costituiscono oggi un enorme giardino, un luogo di riposo e di incontro per gli abitanti della città.

 

Da qui si può inoltre vedere il cimitero ebraico dove riposano le spoglie del famoso scrittore Giorgio Bassani.

Proseguendo con l’itinerario in bici, si può scendere dalla Porta degli Angeli e arrivare in corso Ercole I. Questo è considerato l’ anello di congiunzione tra la città di medievale e quella rinascimentale.

Numerosi anche i palazzi storici che lo bordano, come il più famoso, Palazzo dei Diamanti, sede di mostre ed eventi artistici di richiamo internazionale.

Ed ecco che in una pedalata arriviamo direttamente nel centro storico. Qui il protagonista indiscusso è il Castello estense, con il suo fossato e ponte levatoi.

In conclusione il percorso termina con la Cattedrale di San Giorgio costruita nel 1135 e dedicata a San Giorgio, il patrono di Ferrara. Certamente un importante simbolo per la  nostra città.

 

Casa del Boia

 

Potrete, quindi, immergervi nelle bellezze della capitale degli Estensi, attraverso itinerari che vi porteranno alla scoperta della città del Rinascimento.

Prenota la tua vista guidata

WhatsApp chat